Transact Lat
Transact Lat
MAL DI SCHIENA:
CAUSE E TIPOLOGIE
icona
Mal di Schiena
MAL DI SCHIENA:
COME PREVENIRLO
icona
Mal di Schiena
MAL DI SCHIENA:
Fai il nostro quiz
icona
Mal di Schiena

PREVENIRE E CURARE IL MAL DI SCHIENA CON L’ESERCIZIO FISICO

L’attività fisica ha un ruolo importante sia per la prevenzione che per il trattamento del mal di schiena cronico.

Lunghi periodi di inattività comportano l’aumento della rigidità articolare e muscolare, che sono alla base del mal di schiena: per questo è importante praticare attività fisica con costanza.

È stato dimostrato che il programma migliore è quello che combina insieme esercizio aerobico, rafforzamento muscolare e aumento della flessibilità; il mal di schiena infatti è nella maggior parte dei casi un disturbo multifattoriale e per trarre maggior beneficio dall’attività fisica è importante un approccio integrato.

Le varie tipologie di attività fisica

icona-mal-di-schiena
ESERCIZIO
AEROBICO
icona-mal-di-schiena
RAFFORZAMENTO
MUSCOLARE
icona-mal-di-schiena
STRETCHING

L’esercizio aerobico migliora la sintomatologia del mal di schiena perché aumenta il flusso sanguigno e l’apporto di nutrienti ai muscoli della schiena, facilitando i processi di guarigione e riducendo la rigidità tipica del mal di schiena.

30-40 minuti di ginnastica aerobica, inoltre, aumentano la produzione di endorfine, neurotrasmettitori coinvolti nel meccanismo di percezione del dolore: le endorfine agiscono secondo pattern fisiologici tipici di alcuni analgesici, infatti per alcune persone l’attività fisica permette di ridurre l’assunzione di farmaci per il controllo del dolore.

Il rafforzamento muscolare, soprattutto della fascia addominale, riduce il mal di schiena perché
permette di “alleggerire” le vertebre lombari dal compito di sostenere il peso del corpo.
Oltre ai classici “addominali” (sollevando da terra solo testa e spalle o portandole fino alle ginocchia),
sono efficaci esercizi alternativi quali:

tipologia-1

BIRD DOG
partenza in quadrupedia; sollevare contemporaneamente braccio destro e gamba sinistra, mantenere la posizione qualche secondo e ritornare alla posizione di partenza; ripetere alternando braccia e gambe; eseguire almeno 5 ripetizioni.

tipologia-1

PLANK
dalla posizione prona, sollevarsi sui gomiti staccando bacino e gambe da terra, sostenendo il peso del corpo solo su avambracci e punta dei piedi; mantenere la posizione per qualche minuto.

tipologia-1

Mantenere l’equilibrio su apposite superfici instabili, come la palla fitness.

Lo stretching favorisce una maggiore flessibilità della schiena, requisito indispensabile per prevenire e trattare il dolore.
Un buon programma settimanale di stretching per la schiena include
una sessione di pilates da un’ora con istruttore e due sessioni da 30 minuti a casa.

È un medicinale a base di flurbiprofene che può avere effetti indesiderati anche gravi. Leggere attentamente il foglio illustrativo. Autorizzazione del 18/09/2018.

 

Recordati S.p.A. - Partita Iva: 00748210150 - Condizioni di utilizzo